Whisking: Il nostro tutorial completo

Bellezza

Whisking: Il nostro tutorial completo

Diamo ufficialmente il benvenuto al Whisking: se non ne hai sentito ancora parlare allora ti trovi nel posto giusto, perché quest’oggi voglio fornirti tutte le informazioni necessarie riguardo questo nuovo trend beauty.

Il Whisking prenderà ufficialmente il posto del layering, l’ormai celebre tecnica di sovrapposizione dei cosmetici.

Sicuramente già in tenera età avrai provato a miscelare uno o più prodotti tra loro per crearne uno personalizzato: questa tecnica si ripropone di fare la medesima cosa, anche se ovviamente bisogna prestare attenzione alla tipologia di prodotti che si andrà a mixare, verificandone pertanto la compatibilità.

Whisking cosmetica: informazioni generali

Il Whisking è considerato un’evoluzione del Layering che consiste nell’applicare, uno sopra all’altro, due o più prodotti tra loro complementari come, per esempio, una base viso, una cipria in polvere ed un illuminante.

Whisking cosmetica

Il nostro tutorial sulla Whisking cosmetica

Questa innovativa tecnica propone di mischiare le componenti della propria beauty routine rivelandosi un metodo efficace sia per risparmiare tempo, sia per potenziare gli effetti benefici dei prodotti che si andranno ad applicare.

Ti riporto qualche esempio: Puoi unire un balsamo per capelli ad un olio e ciò ti consentirà di rendere la tua chioma lucente ed idratata. Ti basterà lasciare il composto in posa sui capelli per circa 10 minuti e successivamente risciacquarlo.

A tal proposito ti suggerisco di affidarti al balsamo per capelli del brand “Kerastase”:

Descrizione: Balsamo per capelli. Trattamento intensivo ristrutturante per capelli

In alternativa potresti miscelare un fondotinta ad un primer: questa è una tecnica molto apprezzata nei backstage, infatti mescolando i prodotti tra loro, otterrai una maggiore durata e un incarnato dall’aspetto naturale e luminoso.

Per quanto riguarda la scelta del primer viso ti consiglio di optare per uno dalla texture leggera che andrà a minimizzare i pori come, per esempio, quello del brand “L’Oreal Paris”:

Descrizione: Primer viso dalla formula leggera. Minimizza i pori creando una base levigata.

Se invece il tuo desiderio è quello di uniformare la tua pelle e allo stesso tempo nutrirla, allora ti consiglio di miscelare una crema idratante ad un fondotinta per ottenere un composto leggero ma allo stesso tempo coprente.

Proprio a riguardo, le creme del brand “Clarins” sono abbastanza valide e si prestano perfettamente ad ogni tipologia di pelle, io mi sto trovando benissimo con questa:


Descrizione: Crema idratante da giorno adatta a tutte le tipologie di pelle. Illumina, leviga e contrasta i segni dell’invecchiamento.

Grazie al whisking si possono creare svariate combinazioni che si adattano perfettamente alle necessità di ciascuna stagione: nella stagione estiva infatti, una combo vincente prevede l’utilizzo di un siero idratante ad una crema da giorno con un fattore di protezione solare. Questo composto ti permetterà sia di idratare la tua pelle sia di proteggerla dai raggi UV.

Mi raccomando per la scelta del siero opta per una formula contenente sia vitamina C che acido ialuronico:

Descrizione: Siero idratante con vitamina C e acido ialuronico. Antirughe, anti-age nutriente e rassodante. Adatto a tutte le tipologie di pelle.

Se invece vuoi prolungare la durata della tua cipria opacizzante per evitare l’effetto lucido, ti basterà spruzzarci sopra dell’acqua termale in modo tale da poterne aumentare la tenuta:

Descrizione: Acqua termale in spray. Dermatologicamente testata, protegge dai raggi uv. Nutre ed idrata la pelle.

In quei mesi particolarmente freddi, in cui le tue labbra tendono a screpolarsi, invece ti consiglio di miscelare un balsamo labbra ad un rossetto. L’effetto non sarà matte, tuttavia però sarai tu comunque a decidere l’intensità del colore a seconda del rossetto che sceglierai. La consistenza meno pastosa che otterrai dal mix eviterà di enfatizzare le pieghe presenti sulle tue labbra, mentre il balsamo ti aiuterà a proteggerle e ad idratarle.

Un balsamo labbra che si è rivelato una vera e propria scoperta è quello del brand coreano “Laneige”, ti consiglio vivamente di provarlo per testare la sua efficacia:

Descrizione: Balsamo labbra dalla texture corposa. Idrata, nutre e volumizza le labbra.

Tuttavia però non tutti i prodotti possono essere mescolati tra loro infatti bisogna prestare attenzione a non miscelare determinati componenti con altri.

Ma soffermiamoci ora sui due aspetti principali di questa guida: cos’è il Whisking? E soprattutto, funziona?

Continua nella lettura per scoprirlo.

Tecnica del Whisking: cos’è e a chi è indicata?

Il Whisking è un innovativo trend di bellezza che non ha niente a che fare con la nota bevanda alcolica, ma la sua rispettiva definizione deriva dal verbo inglese whisk che vuol dire mescolare, questo a dimostrazione del fatto che la skincare è intesa come una vera e propria scienza.

Questa tecnica è molto apprezzata dai make up artist e consiste nel mescolare due cosmetici al fine di crearne dei nuovi e più personalizzati, adatti a tutte le tipologie di pelle.

tecnica whisking

Guida pratica alla tecnica del Whisking

Questa sorta di miscele che si vengono a formare sembra proprio facciano dei veri e propri miracoli, molto più rispetto al layering, la tecnica importata dal Giappone che consiste nel miscelare sieri, creme, fondotinta e polveri in un ordine specifico al fine di trarne giovamento e aumentarne i benefici.

Whisking: Benefici

I benefici del Whisking sono quindi legati alla creazione di un prodotto unico dalla somma di due cosmetici, formulato in base al tipo di pelle di ciascuna persona.

Lo scopo è quello di creare un cosmetico personalizzato attraverso l’utilizzo di due prodotti differenti, ma che al contempo risultino affini tra loro. Esistono svariate possibilità di fare whisking e dunque anche di prodotti che si possono creare.

Come già asserito il whisking è il concetto opposto al layering che, al contrario, prevede la divisione in passaggi ben distinti, l’applicazione dei make up.

Guida tecnica per fare Whisking: Le tre regole da seguire

Tra le tecniche di make up, quella del whisking risulta abbastanza semplice da fare, sta di fatto però che dovrai conoscere alcune regole che sono fondamentali per la miscelazione di sieri, creme e polveri al fine di trarne maggiori benefici.

Di seguito ti riporto quelle che sono le tre regole fondamentali per un buon Whisking:

  • Unisci cosmetici che servono per la medesima zona: Come prima cosa sappi che si possono mescolare prodotti diversi ma che abbiano la stessa funzione, per esempio, solo alla pelle del viso oppure solo al contorno occhi;
  • Mescola solo due prodotti insieme: La seconda regola è quella di non esagerare nel miscelare i prodotti tra loro. Te ne basteranno solamente due, altrimenti si rischia di creare solo mix di prodotti che non lascerà respirare la pelle;
  • Unisci prodotti che abbiano finalità differenti: Per trarne maggiori benefici si dovrebbero unire prodotti con funzioni differenti per potenziarne l’efficacia, come per esempio, un siero rassodante ad una crema idratante.

Whisking cosmetica: Come funziona?

Le ricette per effettuare whisking sono infinite e alcune segrete e si tramandano da back stage a back stage, stagione dopo stagione, ma vediamo insieme qualche esempio che potrà tornarti utile per cimentarti in questo trend innovativo.

Non serve affatto che tu sia una make up artist professionista poiché si tratta di una tecnica di make up abbastanza semplice da eseguire, pertanto se desideri mescolare anche tu i cosmetici allora ti consiglio di non imbatterti in ricette “fai da te” ma di prendere spunto dalle seguenti formule:

  • Come creare un fondotinta personalizzato: Per ottenere una base per il tuo viso, ti basterà mescolare una crema idratante da giorno con un fondotinta in polvere minerale ed otterrai un prodotto a media coprenza che non seccherà la tua pelle;
  • Come creare una BB cream leggera: Ti basterà mescolare un fondotinta con un siero antiossidante al fine di ottenere una crema colorata che sarà leggermente coprente e anti-age;

Recentemente ho scoperto il siero antiossidante del brand “Paula’s Choice Resist” e devo dire che è un ottimo prodotto, quindi mi sento di consigliartelo:

Descrizione: Siero antiossidante con acido ialuronico e niacinamide. Riduce le macchie e i pori dilatati. Adatto a tutte le tipologie di pelle

  • Come creare un illuminante personalizzato: Unisci il fondotinta liquido con un illuminante in crema per illuminare il tuo incarnato;
  • Come creare un ombretto effetto bagnato: Mescola un ombretto in polvere con un gloss labbra trasparente e otterrai un ombretto lucido ideale per la stagione estiva.

Come fare Whisking di skincare e make up

In questa sezione voglio fornirti delle utili combinazioni riguardanti sia make up che skin care, da cui potrai partire per fare il whisking con i migliori prodotti da me selezionati.

Continua nella lettura per scoprire le relative tecniche di skincare e make up:

  • Fare il whisking con crema e vitamina C: Ti basterà acquistare delle fiale di vitamina C ed E e aggiungerne qualche goccia alla tua crema viso preferita. Ti aiuterà ad attenuare le macchie scure e a proteggere la pelle dagli agenti esterni;

Le fiale di vitamina C puoi tranquillamente acquistarle online su Amazon:

Descrizione: Fiale con vitamina C adatte a tutte le tipologie di pelle. Senza oli minerali, siliconi e parabeni.

  • Fare il whisking con crema solare con SPF e siero: Mescola una goccia di siero alla crema solare. Otterrai una texture leggera che andrà ad idratare il tuo viso oltre che proteggerlo dai raggi solari;
  • Fare il whisking con fondotinta e base illuminante: Ti basterà mescolare il primer al fondotinta per far sì che il tuo make up duri più a lungo. Avrai un viso molto più radioso e l’effetto che ne conseguirà sarà molto naturale;
  • Fare il whisking con balsamo e olio: Mescola una noce di balsamo ed un cucchiaio di olio di oliva. Lascia in posa il composto per 5 minuti sui capelli lavati e tamponati e successivamente risciacqua con acqua tiepida. Otterrai una chioma brillante e radiosa;
  • Fare il whisking con latte detergente e tonico: Miscela insieme il latte detergente con il tonico per ottenere uno struccante veloce e fresco;
  • Fare il whisking con una base trucco ed un siero: Aggiungi qualche goccia di siero alla tua base trucco abituale. Ti servirà ad alleviare la secchezza ed il tuo make up avrà una lunga tenuta;
  • Fare il whisking con contorno occhi e correttore: Mescola insieme il tuo contorno occhi abituale al correttore, otterrai un composto di facile stesura e migliorerai notevolmente l’aspetto delle tue occhiaie.

Per quanto mi riguarda, sto utilizzando questo correttore del brand “Maybelline New York”:

Descrizione: Correttore liquido. Formula leggera e ottima coprenza.

  • Fare il whisking con una maschera per capelli e una crema corpo: Questa combinazione potrà sembrarti assurda tuttavia però è un rimedio molto efficace soprattutto in quei casi in cui i tuoi capelli necessitano di essere maggiormente idratati;
  • Fare il whisking con vaselina per labbra ed ombretti: Ti basterà mescolare della vaselina per labbra ad uno o più ombretti per ottenere un pratico lipstick “homemade”.

Tecniche per Whinsking: Ecco come miscelare prodotti di skincare

Alcuni esperti del settore hanno selezionato quelli che sono i mix migliori in ambito di skincare da poter creare in base agli ingredienti e ai principi attivi e quelli che, al contrario, andrebbero evitati.

Ma scopriamoli insieme:

  • Per le pelli secche e per quelle che presentano macchie si suggerisce di praticare il Whisking combinando la Vitamina C ad una crema da giorno. La vitamina C infatti unita ai peptidi è in grado di stimolare il rinnovo cellulare rinforzando la pelle e contrastando i radicali liberi;
  • Per contrastare le rughe si suggerisce di abbinare prodotti a base di retinolo con quelli con acido ialuronico: il retinolo è un valido alleato per levigare le rughe ma allo stesso tempo secca la pelle, pertanto si consiglia di miscelarlo ad un prodotto contenente acido ialuronico per apportare idratazione ed evitare spiacevoli effetti indesiderati;

Uno dei migliori prodotti, senza dubbio tra i più quotati e consigliati ( anche dalle donne dello spettacolo ) a base di acido ialuronico è quello del brand “Estèe Lauder”:

Descrizione: Siero viso. Contrasta i segni dell’invecchiamento. Funzione riparatrice. Adatto a tutte e tipologie di pelle.

FOTO 4

  • Per le pelli grasse che presentano acne e brufoli si consiglia di miscelare prodotti a base di acido salicilico o acido glicolico e quelli con perossido di benzoile: i primi tengono a bada la produzione eccessiva di sebo, mentre i secondi aiutano ad eliminare i batteri che causano i brufoli. In seguito al trattamento però sarà necessario applicare una buona crema idratante.

Per quanto riguarda l’acido salicilico potresti optare per questo, che risulta essere uno dei prodotti maggiormente consigliati:

Descrizione: Detergente all’Acido salicilico. Riduce i pori e rimuove i brufoli. Adatto a tutte le tipologie di pelle.

Un valido prodotto con acido glicolico è invece questo qui:

Descrizione: Siero viso con acido glicolico. Contrasta le imperfezioni rimuovendo le cellule morte. Leviga, rivitalizza e tonifica la pelle.

Al contrario si sconsiglia categoricamente il whisking fatto con qualsiasi prodotto e l’acido citrico che non va confuso con la vitamina C. Quest’ultimo infatti è ideale per esfoliare la pelle, ma se combinato ad altri prodotti potrebbe causare irritazioni cutanee, ragion per cui sull’etichetta è specificato che bisogna utilizzarlo da solo.

Altro abbinamento che va evitato è quello tra retinolo e prodotti mirati per curare l’acne: l’acido salicilico combinato con il retinolo può causare sulla pelle rossori e irritazioni, mentre mescolare il retinolo con il perossido di benzoile annullerebbe gli effetti benefici di entrambi. Pertanto ti suggerisco di applicare prodotti mirati per l’acne di giorno, mentre quelli a base di retinolo di sera.

Infine un altro mix da evitare è quello tra vitamina C e alfaidrossiacidi: i prodotti contenenti queste sostanze combinati insieme annullano reciprocamente i rispettivi benefici creando un eccesso di acidità che andrebbe solo a peggiorare la situazione di quelle persone che soffrono di rosacea o di quelle che presentano invece una pelle tendenzialmente secca.

Whisking cosmetica, le mie opinioni e considerazioni finali

Ad ogni modo, stando a quanto si legge in diversi portali e blog e tenendo conto delle opinioni positive di chi ha già provato il Whisking, non posso far altro che affermare che questo sarà sicuramente il metodo beauty di tendenza del prossimo autunno-inverno.

In conclusione, arrivata al termine di questa guida, in cui ti ho spiegato cos’è, in cosa consiste e come fare il Whisking, sarei curiosa di sapere le tue opinioni a riguardo o sei hai già avuto modo di sperimentare questa innovativa tendenza.

Per qualsiasi informazione o dubbio a riguardo, puoi lasciare un commento direttamente qui sotto o in alternativa scrivere sul mio profilo Instagram cercando “Martina Ippolito”.

Classe '89, si diletta nella scrittura sin da bambina. Appassionata di beauty e make-up, da diversi anni si è avvicinata a questo settore acquisendone nozioni e tecniche. Ama prendersi cura del suo corpo e fornire consigli alle donne. La sua passione più grande? La skin care routine.

Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *