Olio di Zafferano: Proprietà, usi e benefici

Benessere

Olio di Zafferano: Proprietà, usi e benefici

Prezioso e conosciuto fin dall’antichità, l’olio di zafferano si ricava mediante distillazione, dal rizoma del Crocus Sativus, appartenente alla famiglia delle Iridaceae, e coltivato generalmente in Asia minore e in molti Paesi del bacino del Mediterraneo. 

Noto per il caratteristico colore arancio intenso e per il persistente aroma, lo zafferano vanta la presenza di carotenoidi e safranale, elementi responsabili delle innumerevoli virtù benefiche che oltre a renderlo particolarmente apprezzato in cucina, lo identificano al contempo come un efficace rimedio naturale nel trattamento di una vasta gamma di disturbi.

La distillazione in corrente di vapore dei rizomi del Crocus Sativus consente dunque di ottenere un olio prezioso e ricco di effetti benefici, gli stessi che rendono peculiare la polvere di zafferano ottenuta dai pistilli presenti nei fiori

L’olio essenziale di zafferano viene pertanto impiegato in ambito cosmetico per ritardare gli effetti del tempo e ridurre macchie e cicatrici, così come in naturopatia dove si rivela un valido rimedio nel favorire la digestione, lenendo emicranie e dolori mestruali. 

Questo particolare olio, dal caratteristico colore oro/arancio intenso e dall’aroma speziato e legnoso, contiene un’elevata concentrazione di carotenoidi e terpeni come il safranale, la picrocrocina, responsabile del gusto amaro, e la crocina, responsabile del colore che concorrono nel caratterizzare le riconosciute proprietà antibatteriche, antimicotiche e antiossidanti.

Olio essenziale di zafferano proprietà

L’olio essenziale di zafferano si rivela particolarmente efficace e indicato nel trattamento e nella cura di pelle e capelli, sebbene al contempo presenti spiccate proprietà digestive, sedative, antispasmodiche, ipotensive e carminative.

Olio di zafferano
Olio di zafferano – Fonte: TuttoGreen

Noto al contempo per essere uno tra i più potenti afrodisiaci naturali, aiuta a promuovere la fertilità così come a contrastare gli spiacevoli sintomi dati dalla sindrome premestruale.

Indicato nel preservare al meglio la funzionalità dell’apparato respiratorio, l’olio di zafferano è un ottimo espettorante: appare pertanto idoneo al trattamento di asma e disturbi quali bronchite, tosse e congestione nasale.  

Perfettamente in grado di curare emicrania, nevralgie, afte, crampi muscolari, punture di insetti, ematomi e ferite, l’olio di zafferano vanta una elevata concentrazione di safranale, principio attivo liposolubile che oltre a conferire il caratteristico aroma al preparato, esibisce proprietà antibatteriche e antiossidanti, preservando la pelle dai danni provocati dall’eccessiva esposizione ai raggi UV

Innumerevoli sono le ulteriori sostanze antiossidanti presenti naturalmente nell’olio di zafferano: le più comuni appaiono infatti il licopene, alfa e beta carotene e zeaxantina, carotenoide che ha ampiamente rivelato la capacità di promuovere l’idratazione e l’elasticità della pelle se applicato per via topica. 

La zeaxantina aiuta inoltre a contrastare i danni provocati dai raggi UV, riducendo lo stress ossidativo e la formazione di radicali liberi e concorrendo a ridurre in maniera significativa le rughe e i segni del tempo, tutti effetti massimizzati dall’azione sinergica col licopene.

Zafferano fiori
Zafferano fiori – Fonte: Oliveoiltimes

Quest’ultimo infatti, se applicato esternamente, rivela la capacità di combattere l’invecchiamento cutaneo o photoaging, preservando la salute della pelle e concorrendo al contempo nella riduzione di macchie e discromie cutanee.  

Date queste specifiche peculiarità, l’applicazione di olio allo zafferano in caso di pelle segnata da cicatrici, esiti cicatriziali provocati dall’acne, macchie scure, rughe, eritemi solari, permette di ottenere notevoli benefici: attenuerà rapidamente ogni inestetismo rendendo la pelle più morbida, luminosa e compatta. 

RV Essential Olio essenziale di zafferano puro e di grado terapeutico può essere facilmente miscelato alle creme viso abituali, rivelandosi un valido coadiuvante nel trattamento di rughe e segni del tempo.

Olio di zafferano benefici

Ampiamente utilizzato nella medicina tradizionale fin dai tempi antichi così come nell’industria profumiera, l’olio di zafferano sembrerebbe essere in grado di promuovere e favorire la perdita di peso, permettendo di tenere sotto controllo l’appetito, regolando i livelli di serotonina nell’organismo. 

Si rivela pertanto analogamente utile nel preservare la salute mentale, poiché è in grado di tenere a bada i sintomi della depressione, l’insonnia cronica e lo stress, sebbene alcuni studi comprovino la relativa efficacia anche nel trattamento del Morbo di Alzheimer.  

Zafferano stimmi
Zafferano stimmi – Fonte: Viator

Cicatrizzante e anti diabetico, l’olio essenziale di zafferano appare efficace in presenza di acne, cicatrici e macchie della pelle: grazie all’elevato potere stimolante aiuta a combattere anche la caduta dei capelli, promuovendone la ricrescita.

In questo caso è sufficiente diluire poche gocce di olio essenziale di zafferano in 100 ml di shampoo neutro per rendere la chioma progressivamente più sana, forte e resistente. 

Azione benefica anche a carico della pelle: in questo caso l’olio di zafferano si rivela un ottimo principio attivo anti-age, se diluito in olio vettore quale di macadamia o di jojoba così come nella crema viso o corpo abituale. 

L’olio di zafferano offre una spiccata azione calmante e rilassante: occorre in questo caso diluirne 10 gocce nell’acqua calda presente nella vasca da bagno o in alternativa, nebulizzarlo all’interno dell’ambiente domestico mediante l’uso di un diffusore di essenze. 

Utile anche in caso di stanchezza diffusa e prolungata, rafforza in ultimo il sistema immunitario, poiché ricco di vitamine del gruppo B, aiutando il corpo a combattere il cancro, questo grazie alla presenza di crocetina, che sembra essere in grado di inibire la crescita e lo sviluppo delle cellule tumorali.

Tra i migliori oli essenziali compare Visiolan Estratto di Zafferano, un olio essenziale dall’elevata purezza e di grado terapeutico che può essere utilizzato per assunzioni orali o per trattamenti topici volti alla cura delle principali problematiche cutanee.

Prodotto da coltivazioni di zafferano di sola origine biologica, risponde ai più elevati standard qualitativi, rivelandosi efficace e sicuro.

VISIOLAN – Estratto di Zafferano 15ml – Gocce di zafferano pure, Estratto liquido concentrato, Zafferano Vero proveniente, Ingredienti di alta qualità senza...
25 Recensioni
VISIOLAN – Estratto di Zafferano 15ml – Gocce di zafferano pure, Estratto liquido concentrato, Zafferano Vero proveniente, Ingredienti di alta qualità senza...
  • 🌱 PRODUZIONE: Lo zafferano viene raccolto esclusivamente a mano e non viene...
  • 🌱 ESTRATTO INVECE DELLE CAPSULE: Facile da dosare con alta biodisponibilità...
  • 🌱 NATURALE E BIOLOGICO: Utilizziamo zafferano di altissima qualità proveniente da...
  • 🌱 STORIA: La prima traccia scritta in cui si fa menzione dello zafferano si trova...

Come si utilizza l’olio di zafferano

L’uso interno dell’olio essenziale di zafferano puro deve sempre avvenire sotto il controllo medico, onde evitare spiacevoli controindicazioni date da dosaggi inappropriati. 

L’uso esterno è possibile anche in maniera diretta: l’olio può essere applicato dunque sulla cute, purché diluito con un altro olio vegetale in modo da ridurre il rischio di spiacevoli effetti collaterali. 

L’applicazione topica è pertanto adatta ad aree preferibilmente circoscritte mentre, a causa della presenza di chetoni, composti organici potenzialmente tossici, l’olio di zafferano è sconsigliato per i massaggi. 

Recenti ricerche scientifiche pongono l’olio essenziale di zafferano quale rimedio estremamente utile per preservare il sistema oftalmico

Se assunto a uso interno, sembrerebbe infatti in grado di ostacolare la degenerazione maculare e di proteggere gli occhi da ustioni, congiuntiviti, cheratite, eccessiva lacrimazione e altri disturbi quali lo stress retinico e la retinite pigmentosa, questo grazie alle elevate concentrazioni di vitamina A.

Se si predilige invece l’utilizzo aromaterapico, l’olio di zafferano BazarEsoterico risulta senza alcun dubbio tra gli oli essenziali più indicati per la nebulizzazione mediante diffusore elettrico o umidificatore.

Come fare l’olio di zafferano

L’olio di zafferano può essere preparato comodamente a casa propria, sebbene risulti differente e meno concentrato rispetto a quanto ottenuto mediante processi di distillazione in corrente di vapore.

È sufficiente versare 100 ml di olio vegetale all’interno di un barattolo in vetro meglio se scuro, scegliendo a preferenza tra olio di argan se destinato alla pelle matura, olio di jojoba per conferire idratazione e riequilibrare la pelle grassa.  

Ad esso andranno poi addizionati almeno una decina di filamenti di zafferano per poi chiudere il barattolo avendo cura di lasciare macerare il composto, agitandolo quotidianamente, per almeno 15 giorni e a contatto con una fonte di calore, seppur evitando luce diretta. 

Una volta filtrato sarà possibile utilizzare l’olio di zafferano in qualità di siero, applicandolo su pelle umida e detersa con un leggero e delicato massaggio circolare.

Olio di zafferano: opinioni e considerazioni finali

Ricco di virtù e azioni benefiche, l’olio di zafferano viene sovente chiamato anche “oro liquido” in virtù della preziosità, della pregevolezza e dei costi legati alla materia prima. 

Occorre pertanto prestare particolare attenzione nella scelta del prodotto, poiché se eccessivamente economico, potrebbe rivelarsi diluito con altre spezie meno pregiate e di conseguenza meno efficaci.

Significativi gli effetti collaterali: l’olio di zafferano appare da evitare in gravidanza e allattamento, nei bambini e nei lattanti. In dosi eccessive può rivelarsi addirittura letale o stimolare l’aborto.

Di modesta entità invece manifestazioni quali nausea, vomito, diarrea, stanchezza, vertigini, capogiri ed episodi di epistassi.

SEO Copywriter e Social Media Strategist, ritengo che l’uso corretto delle parole possa fare la differenza, rappresentando un vantaggio competitivo. Essere persuasivi non significa “convincere” ma saper intercettare le necessità, assecondando bisogni e risolvendo problemi…e questo è il mio mantra!

Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *