Pelle grassa: quali sono le possibili cause

Cura del Viso

Pelle grassa: quali sono le possibili cause

La pelle grassa è un problema che coinvolge una buona parte della popolazione, specialmente quello femminile. Pur essendo un inestetismo di lieve entità, le persone che presentano la pelle grassa, specialmente in una zona come quella del viso, vivono questa situazione con disagio ed imbarazzo.

La motivazione principale è che una pelle di questo genere ha una produzione eccessiva di sebo, che la porta ad essere lucida, oleosa ed unta, anche al tatto. Il sebo è una sostanza prodotta dalle ghiandole sebacee, presenti in tutto il nostro corpo, esclusi i palmi delle mani e le piante dei piedi.

pelle grassa cause
Le cause della pelle grassa

Specialmente durante il periodo estivo, queste caratteristiche saltano all’occhio molto più facilmente che durante l’inverno, perché le temperature alte, il sole, ed il sudore, non sono ottimi alleati per pelli di questo genere. A tal proposito, si cerca spesso di combattere questo problema coprendosi il volto con strati di make-up, pensando che la pelle impiegherà più tempo per iniziare a diventare lucida. In realtà però, questo non è il modo migliore per risolvere il problema, in quanto, quello che vedi sul viso, è il risultato di una situazione che, in buona parte, inizia da dentro.

Pelle grassa, a cosa è dovuta?

Come dicevamo poco fa, la pelle grassa è un tipo di pelle che si caratterizza per un aspetto brillante, una situazione dovuta all’eccessiva produzione di sebo. Quando le ghiandole sebacee iniziano a produrne troppo, la pelle del volto appare quasi bagnata, proprio per la sua massiccia presenza. I motivi per i quali si verifica questa situazione sono diversi, e variano in base ad alcuni fattori. Innanzitutto, la pelle grassa è un fenomeno che tende a svilupparsi dall’età adolescenziale fino ai 20 anni circa, proprio perché uno dei principali fattori è lo sviluppo degli ormoni.

Durante questo arco di tempo infatti, sia tu un ragazzo o una ragazza, i tuoi ormoni subiscono delle variazioni e dei cambiamenti che si riflettono in modi diversi sul tuo corpo, ed uno di questi è proprio la pelle grassa. Nonostante sia stato stimato che dopo i 20 anni la situazione dovrebbe placarsi, è comunque possibile che tu stia continuando a riscontrare questo problema anche dopo qualche anno. In tal caso però, la produzione di sebo sarà comunque inferiore rispetto a quella che avevi nell’età adolescenziale.

Fattori d’incidenza sullo sviluppo della pelle grassa

Al di là del discorso legato all’età e agli ormoni sessuali, ci sono altrettanti fattori che possono incidere in maniera significativa sulla tua pelle. Uno di questi è la predisposizione genetica, che gioca un ruolo importante in questo ambito: se ci sono stati diversi casi all’interno della tua famiglia, è molto probabile che la motivazione per la quale anche tu presenti questo tipo di pelle sia correlata al tuo ceppo famigliare. Questa situazione, insieme all’età dello sviluppo, sono al di fuori della tua portata di controllo, ovvero non hai modo di cambiare le cose. Dall’altra parte però, ci sono alcuni elementi che invece hai la facoltà di modificare e migliorare, che gravano su una situazione come quella dell’eccesso di sebo.

pelle grassa incidenza
Fattori incidenza pelle grassa

Uno di questi è sicuramente l’alimentazione. Per quanto ti possa sembrare banale o di minor importanza, tutto quello che arriva all’interno del tuo corpo si traduce in diversi risultati al suo esterno. Un’alimentazione ricca di grassi, per esempio, non favorisce sicuramente la salute della pelle, motivo per il quale le persone in sovrappeso tendono a presentare molti brufoli e punti neri. Il nostro consiglio quindi, è quello di avere una dieta equilibrata che possa aiutarti, invece che peggiorare la situazione.

Altri fattori che incidono in maniera importante sulla salute e sulla bellezza della pelle, oltre a quelli appena visti, sono: il fumo, il consumo elevato di sostanze alcoliche, il consumo di farmaci, e gli stati di stress emotivo. Per quanto possa sembrare irrilevante, anche stati di nervosismo e stress hanno un’influenza abbastanza importante sulla pelle, l’organo sul quale si rendono piuttosto evidenti. Una situazione da non sottovalutare, per quanto riguarda il consumo di farmaci, è l’utilizzo della pillola anticoncezionale.

Questa infatti, ha un impatto piuttosto importante sugli ormoni sessuali, che potrebbero scatenare delle reazioni fisiche impreviste, come lo sviluppo eccessivo di brufoli o di pelle grassa. Un altro fattore da tenere in considerazione, non solo per il mondo femminile, è che una pelle di questo tipo tende a produrre ancora più sebo se trattata con detergenti o creme non idonei, che possono ulteriormente alterare l’assorbimento del sebo da parte della tua pelle.

In questo senso quindi, devi fare attenzione a non utilizzare prodotti troppo aggressivi, che potrebbero portare ad un effetto contrario a quello che avevi previsto. In sostanza quindi, quello che potresti iniziare a fare per aiutare la tua pelle ad avere un aspetto meno oleoso, è cercare di ridurre al minimo le situazioni appena descritte, provando ad avere uno stile di vita quanto più sano possibile.

Quanti tipi di pelle grassa esistono?

Insieme alla pelle grassa, tendenzialmente, si presentano anche altri inestetismi, anch’essi fonte di diversi problemi e disagi. Tra i più comuni rientrano i pori dilatati, i brufoli ed i comedoni, ampiamente conosciuti come punti neri. Anche in questo caso, provare a nasconderli attraverso strati di make-up è piuttosto inutile, specialmente per i pori dilatati, che si concentrano primariamente sulla zona delle guance.

tipi pelle grassa
Varie tipologie di pelle grassa

In base alla prevalenza di questi elementi sul viso, la pelle grassa prende un nome specifico, che rimanda all’inestetismo che presenta maggiormente. Dopo aver individuato il tipo di pelle grassa, avrai molta più facilità a capire quali siano le soluzioni più adeguate a ridurre il problema. Ad ogni modo, la classificazione dei diversi tipi può essere così suddivisa:

  • Oleosa: a causa dell’eccessiva produzione di sebo, la pelle del viso appare oleosa e lucida, con un’elevata presenza di pori dilatati;
  • Seborroica: la situazione è molto simile a quella precedente, con la differenza che la quantità di sebo prodotta è molto più notevole, e porta alla produzione di pori dilatati, che offrono il tipico aspetto a buccia d’arancia;
  • Asfittica: questo tipo di pelle grassa si differenzia dalle altre in quanto appare piuttosto ruvida e secca al tatto, una situazione dovuta al fatto che il sebo prodotto rimane intrappolato nei follicoli, dando vita ai rinomati punti neri;
  • Acne: l’elevata presenza di brufoli sulla pelle si traduce in una pelle a tendenza acneica, che non solo presenta l’inestetismo della pelle grassa, ma anche una situazione di infiammazione che porta alla creazione di zone ricche di brufoli e pustole;
  • Mista: in questo caso, possiamo dire che coesistano due tipi diversi di pelle: alcune zone sono ricche di sebo, e quindi lucide ed unte, ed altre molto secche ed aride.

Come puoi tu stesso vedere, la pelle grassa si manifesta sotto diverse forme, ma che hanno sempre qualche aspetto in comune e che rimanda al problema principale: l’eccessiva produzione di sebo.

A questo punto, dopo aver compreso quali sono le tipologie della pelle grassa e quali le principali cause, ti consiglio la lettura del mio articolo: Pelle grassa, ecco alcuni rimedi efficaci

Classe 1993, ha iniziato a lavorare nel mondo del fitness a 22 anni, sviluppando così tanto interesse per l'allenamento e la dieta corretta da aver conseguito tre certificazioni firmate CONI in appena un anno. La sua passione più grande? Gli squat e gli integratori naturali.

Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *