Gambe gonfie: le cause e i possibili rimedi

Benessere

Gambe gonfie: le cause e i possibili rimedi

Il problema delle gambe gonfie colpisce una buona percentuale di donne, specialmente dai 40 anni in su. E’ raro infatti che una ragazza giovane soffra di questo disturbo, a meno che si verifichino alcune condizioni specifiche. Le cause che portano alla sensazione di avere le gambe gonfie sono molteplici, e per lo più causate da uno stile di vita poco equilibrato.

Inoltre, quando si parla di gambe gonfie, si fa riferimento all’insieme di sensazioni e sintomi ad essa associate, come per esempio il formicolio, la pesantezza, l’intorpidimento degli arti inferiori e la comparsa di vene varicose. Prima di parlare delle soluzioni, è importante sapere come e cosa porta le gambe a diventare gonfie e pesanti.

Le cause delle gambe gonfie

Senza dilungarci eccessivamente, pensiamo che sia importante metterti al corrente di quali sono le situazioni che portano allo sviluppo di questo disturbo. Come detto poco fa, lo stile di vita scorretto è una delle cause principali, ma vediamo in che modo una routine poco equilibrata può impattare così tanto sulla salute delle gambe.

Una delle principali cause è sicuramente la ritenzione idrica, causata dall’eccessivo ristagno dei liquidi.

La ritenzione idrica si sviluppa primariamente quando c’è un’insufficienza a livello di microcircolazione del sangue, motivo per il quale, la buona parte delle volte, il gonfiore alle gambe si presenta sottoforma di edema.

gambe gonfie cause e rimedi
Gambe gonfie probabili cause e possibili rimedi

I liquidi che vengono espulsi difficilmente tramite le urine vengono trattenuti nell’organismo a causa di un’alimentazione poco corretta. L’utilizzo eccessivo del sale, per esempio, è molto dannoso per la circolazione del sangue e per il corretto smaltimento dei liquidi.

Inoltre, al ritenzione idrica può essere sviluppata anche da un importante squilibrio ormonale, dovuto per esempio a situazioni come quella della gravidanza e del ciclo mestruale. In questi periodi infatti, è normale che i liquidi vengano maggiormente trattenuti dall’organismo. Un’altra causa che è sicuramente da citare è il sovrappeso, o la presenza massiccia di massa grassa, che rende difficoltosa la circolazione degli arti inferiori.

Infine, è doveroso citare anche la cellulite. Quando le gambe ed i glutei presentano la rinomata buccia d’arancia, uno dei sintomi principalmente correlati è proprio il gonfiore, associato ad una condizione poco salutare dei tessuti.

I rimedi per combattere le gambe gonfie

Il disturbo delle gambe gonfie si viene a creare nel corso del tempo, quando non si è ancora coscienti di stare sviluppando delle abitudini poco corrette. Quando il problema si è ormai manifestato, è importante che tu sia a conoscenza delle modalità e delle pratiche da attuare per cercare di ridurre il fastidio dato dal gonfiore.

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, una delle cose da cercare di ridurre in maniera drastica è sicuramente il sale. Questo non significa escluderlo completamente dalla dieta, ma utilizzarne le dosi adeguate. In tuo aiuto arrivano i rimedi naturali, molto importanti per aiutare le tue gambe a ritrovare la loro leggerezza. In particolare, le piante officinali sono ottime alleate per contrastare il gonfiore delle gambe.

Queste possono essere assunte tramite delle tisane, a base di centella asiatica e bacche di pungitopo, che offrono un sostanziale aiuto per la circolazione sanguigna e per decongestionare le gambe. Per il rilascio dei liquidi in eccesso invece, puoi optare per delle tisane, dei succhi o dei centrifugati di finocchio, vite e mirtillo.

Abitudini sane: quali sono quelle da adottare

Quando la situazione è ancora contenuta, è possibile sottoporsi a dei massaggi specifici, che stimolino la microcircolazione e che indirizzino i liquidi verso l’espulsione. Quello che ci sentiamo di consigliarti in questo caso è il linfodrenaggio, che risulta essere il massaggio più appropriato in caso di edemi e gonfiori agli arti. Sottoporsi a questo tipo di trattamento ti consentirà di ritrovare sollievo alle gambe già dalle prime sedute.

Anche l’atto di massaggiarti le gambe autonomamente è molto utile ed importante, specialmente se il trattamento viene effettuato con delle creme specifiche per aiutare la circolazione del sangue. Se preferisci massaggiarti da solo però, assicurarti di effettuare i movimenti corretti, che devono essere circolatori e devono partire dal basso verso l’alto.

Anche lo svolgimento dell’attività fisica è molto importante. Mettendo sotto sforzo le gambe, hai la possibilità di svolgere un effetto di pompaggio del sangue dato dalle contrazioni dei muscoli.

Attività aerobiche come la corsa, il nuoto, una camminata veloce, sono l’ideale per combattere il gonfiore delle gambe. In questo modo, i benefici saranno protratti sino alle caviglie, che solitamente risentono negativamente del gonfiore agli arti inferiori.

Per quanto riguarda il vestiario, è altamente sconsigliato indossare tacchi molto alti, specialmente se è una situazione che si verifica molto spesso. Cerca di indossare scarpe basse e comode, che non rendano maggiormente difficile la circolazione del sangue e che non mettano sotto stress gli arti inferiori.

Come prevenire il gonfiore alle gambe

Poiché il sintomo delle gambe gonfie è dato anche dalla predisposizione genetica, è importante che tu sappia in che modo prevenirne lo sviluppo. Come prima cosa, devi cercare di avere un’alimentazione sana, ricca di vitamine e drenanti, e svolgere spesso dell’attività aerobica.

Anche solo l’assunzione di 2 litri di acqua al giorno ti consentirà di evitare il ristagno dei liquidi e, di conseguenza, la ritenzione idrica.

Anche i trattamenti ed i massaggi per il pompaggio dei liquidi sono molto importanti, e ti aiutano in maniera importante ad evitare di sviluppare il problema delle gambe gonfie. Un altra considerazione che è importante fare riguarda l’intervento immediato non appena si manifestano i primi fastidi.

Quando ti rendi conto di stare vivendo una situazione nuova e di disagio, non voltarti dall’altra parte aspettando che passi da sola. I problemi come quello delle gambe gonfie infatti, vanno trattati e combattuti sin dalla prima comparsa, di modo che la situazione non abbia modo di peggiorare.

Una valida alleata: Varikostan gel gambe

Un ultimo modo per combattere il gonfiore ed i sintomi ad esso associati, come per esempio la presenza di vene varicose, è l’applicazione di questa crema 100% naturale. Varikostan gel gambe contro le vene varicose, è costituito solamente da ingredienti naturali, che svolgono un’azione importante e specifica per far trovare nuovamente sollievo alle tue gambe.

vene varicose gel
Varikostan vene varicose

Gli ingredienti di cui stiamo parlando sono l’amamelide, l’arnica, il mirtillo, la rosa canina, l’edera, l’estratto di castagno e la centella asiatica. Poiché non è questa la recensione completa, che trovi cliccando qui, in questa sede ci limiteremo ad esporti le funzioni generiche di questi potenti ingredienti: migliorare la circolazione sanguigna, sgonfiare gambe e caviglie, rilasciare i liquidi in eccesso, tonificare i vasi sanguigni ed, infine, idratare e rinfrescare la pelle.

L’applicazione della crema è molto semplice, in quanto consiste semplicemente in un lieve massaggio circolatorio, che parte dalle caviglie e si sviluppa verso il ginocchio. Se la tua intenzione è quella di prevenire il gonfiore alle gambe e le vene varicose, ti sarà sufficiente un’applicazione al giorno.

Dall’altra parte invece, se questi fastidi si sono già manifestati, è necessario massaggiarti le gambe al mattino e alla sera, prima di andare a dormire.

Il gel è totalmente naturale, profumato e non lascia alcuna traccia sui vestiti, in quanto non unge la pelle e viene assorbita nell’immediato. Varikostan è la soluzione per migliaia di donne che hanno voluto ritrovare la leggerezza perduta per le loro gambe, e donare maggior esteticità alla loro pelle.

Per maggiori approfondimenti, ti invito a leggere la nostra recensione completa su Varikostan gel gambe vene varicose.

Classe 1993, ha iniziato a lavorare nel mondo del fitness a 22 anni, sviluppando così tanto interesse per l'allenamento e la dieta corretta da aver conseguito tre certificazioni firmate CONI in appena un anno. La sua passione più grande? Gli squat e gli integratori naturali.

Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *